Chi ha detto “Co-to-let-ta”?

Lascia un commento

12 marzo 2013 di thegoodlife42

Qui si sta parlando di uno dei nostri piatti preferiti. La grandissima, l’immensa, la divina Cotoletta alla Milanese.

| PREMESSA | Purtroppo c’è molta mistificazione attorno alla vera cotoletta: c’è quella alta, quella bassa, quella di pollo (?), di maiale, di vitello, di agnello…quella “bolognese” (col prosciutto), la faldìa di cavallo piacentina, la cotoletta “alla valtellinese”, “alla veneta”, “alla valdostana”, “alla siciliana” e alla “napoletana”.
Se consideriamo cotoletta un qualsiasi taglio di carne passato impanato e fritto, allora anche il tonkatsu giapponese lo è, in fin dei conti.

Noi qui parliamo della Cotoletta alla Milanese: la fetta di lombata di vitello con l’osso (una costoletta), impanata e fritta nel burro, il quale alla fine viene anche versato sulla cotoletta. Le versioni moderne tendono a evitare quest’ultimo passaggio e a sostituire il burro con fettine di limone che vengono spremute dal commensale una volta che il piatto è stato servito.

In circolazione è possibile trovarne due versioni: una più alta, in cui la carne resta morbida, e una più sottile, che richiede la battitura della carne prima dell’impanatura, dove prevale la croccantezza. Quest’ultima versione è detta orecchia d’elefante, nome un po’ macabro per descrivere la forma che assume.
Spesso vengono servite con un contorno di patate al forno o su richiesta “vestite” con rucola e pomodori a pezzettini (aaaahhhh).
Insieme al risotto alla milanese, all’ossobuco e al panettone, piatti che prima o poi dovremo approfondire, è il piatto più noto di Milano.

E comunque non ci provate nemmeno, la cotoletta alla Milanese non si fa a casa, si mangia fuori 🙂

cotoletta

| LA TOP 5 |
Nonostante alcune regole di base, ognuno la cotoletta la gusta come preferisce. Sentirete molti dire che l’orecchia d’elefante è uno scempio, altri che i pomodorini sulla cotoletta ne rovinano la croccantezza…a noi invece piace, quindi anche in questo caso, de gustibus…

Ecco infine i nostri consigli per un’esperienza più cotolettosa che mai nella città che diede i natali alla mitica cutuléta.

al-garghet_s1. AL GARGHET | Ristorante di cucina lombarda, immerso nel verde della periferia sud di Milano. L’ambiente è vezzosamente rustico (lumini, suppellettili kitsch, tovaglie scozzesi…) Ci sono due sale riscaldate da stufe e camini e grande veranda-gazebo dalle pareti vetrate. Nella stagione buona si mangia fuori nel verde.
Qui fanno l’orecchia d’elefante più grande e più buona AL MONDO. Altri piatti sul menu sono quelli tipici della tradizione, con alcune rivisitazioni più chic, come ad esempio il risotto ai porcini con foie gras. I prezzi sono ALTI. Consigliato anche per cenette romantiche…
Via Selvanesco, 36 – 20141 – Milano
tel: 02.534698
http://www.algarghet.it/
Image.ashx2. EL BARBAPEDANA | Cucina lombarda in un ambiente abbastanza popolare. Il locale di compone di una minuscola saletta con pareti in perlinato e qualche soprammobile curioso: cappelli, fumetti, strumenti musicali…Oltre alla cotoletta troverete anche gnocco fritto con culatello, crostini di fegato alla toscana,  flan di asparagi con crema di gamberi, risotto con salsiccia e bonarda, risotto alla milanese, risotto con pere e taleggio, ossobuco e cassoeula.
Corso Colombo, 7 – 20144 – Milano
tel: 02.8321732
http://www.elbarbapedana.it/
osteria-alla-grande-a-milano-continua-la-trad-L-dm_lsy3. OSTERIA ALLA GRANDE | Un’osteria alla vecchia maniera un po’ fuori Milano, MOLTO pittoresca, che porta in tavola la tradizione con cassoeula, brasato, ossobuco… e anche lei, una cutuléta burrosa e tenerissima accompagnata da un’abbondante razione di patate saltate.
Via delle Forze Armate, 405 – Milano
tel: 02.48911166
http://www.osteriaallagrande.com

 

11574391554. LUCA & ANDREA | piccolo localino sui navigli. La cotoletta è buona a volte sì e a volte no: qualche volta riesce grande e croccante, mentre altre inspiegabilmente è piccola e secca. Il menù presenta piatti abbastanza semplici, ma è abbastanza economico. Il ristorante ha il grande plus di avere i tavolini fuori, quindi d’estate è piacevolissimo cenare fuori gustandosi una cotoletta che, anche d’estate, è sempre molto gradita…se ve la sentite 😉
Alzaia Naviglio Grande, 34 – Milano
tel: 02.58101142
cra14ap5. CRACCO | Propone la sua celebre Milanese Sbagliata, una cotoletta destrutturata formata da rettangoli di vitello crudo adagiati su una foglia di panatura. Roba da palati fini che si può provare una volta nella vita…per poi tornare in TRATTORIA!
Via Victor Hugo, 4  – 20123 – Milano
tel: 02.876774
http://www.ristorantecracco.it/

 

| WORK IN PROGRESS |
Preveremo presto le cotolette di: Da Martino, Trattoria del Nuovo Macello, Altra Isola.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: